Convegno di Prevenzione-Educazione alla Salute – Per Non Perderci la Testa

Nella giornata del 21 Gennaio 2017 presso l’Aula Consiliare del Comune di Laerru si terrà il Convegno di Prevenzione_Educazione alla Salute – Per Non Perderci la Testa promosso dall’Amministrazione del Comune di Laerru e organizzato in collaborazione con l’Associazione Sarda Traumi Cranici Onlus.Locandina convegno "Per Non Perderci la Testa"

Si tratta di un evento particolarmente importante per la comunità di Laerru, un momento di sensibilizzazione e informazione, attraverso il quale si vuole dare maggiore attenzione a tutti gli atteggiamenti, che possono, in modo diretto o indiretto, mettere a repentaglio il benessere dei cittadini.

Durante il convegno, moderato dal Dott. Berti Fisiatra della Neuroriabilitazione AO Brotzu Cagliari, verranno affrontate due tematiche principali:

  • Alcol e Droghe: le conseguenze individuali, sociali e le esperienze;
  • Il Trauma Cranico: il cambiamento, le conseguenze sociali e le esperienze.

Nella prima parte si metteranno in luce gli stili di vita potenzialmente pericolosi per la salute fisica, cognitiva e sociale, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del rischio dell’uso/abuso di sostanze e alcool.

Il Dott. Marcello G. Tanca Psicologo e Assessore ai Servizi Socio-Culturali del Comune di Laerru introdurrà la sessione, a seguire Dott. Paolo Loffredo Psichiatra – SER.D ASL Sassari si dedicherà ai Problemi Alcolcorrelati: un Approccio di Comunità. La chiusura della prima parte del convegno sarà a cura della Dott.ssa GiovannaGrillo Direttrice “Casa Emmaus” Iglesias.

Il Convegno di Prevenzione_Educazione alla Salute  proseguirà con la sessione dedicata alle gravi cerebrolesioni acquisite, le principali cause, le conseguenze cognitivo comportamentali e sociali.

Relatori della seconda parte saranno i volontari dell’Associazione Sarda Traumi Cranici Onlus, il Dott. Marco Chelo Fisiatra – U.O. Riabilitazione Territoriale ASL Sassari e componente del Comitato scientifico ASTCO affronterà la tematica partendo dalla persona con disabilità: dall’evento traumatico al ritorno alla quotidianità. La Dott.ssa Azzurra Solinas Educatrice  Professionale approfondirà l’argomento dal punto di vista della  Riabilitazione Educativa della persona con Grave Cerebrolesione Acquisita supportata dalla testimonianza di un familiare.

Il Convegno  sarà aperto  dal Sindaco del Comune di Laerru Dott. Pietro Moro, dalla Presidente dell’Associazione Sarda Traumi Cranici Onlus Dott.ssa Maria Deiana e dall’Assessore ai Servizi Socio-Culturali del Comune di Laerru Dott. Marcello G. Tanca.

Il pomeriggio di prevenzione_Educazione alla Salute  vuole essere un momento di confronto e di informazione con tutta la comunità, vi invitiamo a partecipare e a divulgare l’evento.

 

L’Associazione Sarda Traumi Cranici Onlus incontra l’Opera Gesù Nazareno

ART GENA Martedì 05 Aprile abbiamo avuto un incontro con il personale dirigente e gli educatori dell’Opera Gesù Nazareno a Sassari; con Loro abbiamo condiviso il programma di Educazione alla Salute e Prevenzione dei comportamenti a rischio del Trauma Cranico, una delle attività statutarie che periodicamente organizziamo nelle scuole superiori coinvolgendo gli studenti del 1° e 2° anno scolastico, sono queste infatti le fasce d’età più a rischio fra i giovani.

L’esperienza condivisa ha permesso al personale dell’Istituto Gesù Nazareno di acquisire informazioni utili sulla Grave Cerebrolesione Acquisita, per un confronto fra le differenze e le complicanze che si presentano nella disabilità acquisita in seguito a trauma cranio-encefalico e o di altra natura, quali assunzione di alcool/droghe e le disabilità psico-intellettive congenite. Le difficoltà motorie, comportamentali e cognitive (attenzione, memoria, linguaggio) sono comuni sia che si tratti di cerebrolesione acquisita o congenita, ma sicuramente necessitano di trattamenti diversi e personalizzati.

ART GENA 2

La necessità di condividere questa esperienza, è nata dal fatto che Luigi socio volontario e testimone dell’Associazione Sarda Traumi Cranici Onlus (ASTCO) (sempre affiancato dal padre Salvatore), da alcuni anni frequenta il centro Gesù Nazareno per le attività diurne. Il nuoto è diventata per Luigi una grande passione, lo gratifica molto e lo aiuta a sentirsi importante, utile e impegnato nella società.

Anche per noi volontari dell’ASTCO è stato un ulteriore momento di scambio di informazioni, conoscenze e confronto utile, necessario per accrescere una rete esperienziale e di servizi.

Il nostro desiderio è che la nostra società li accolga tutti come Persona, a  prescindere dalla differente eziologia della loro disabilità, rendendoli partecipi in tutte le attività associative e di relazione sociale.

Giovanna Antonia Puggioni

Vice Presidente ASTCO

 

Ringraziamo il Dott. Michele Marras – Direttore Opera Gesù Nazareno per l’invito, sperando di poter proseguire la collaborazione.